Come attirare le coccinelle nel nostro giardino?

In questo articolo Erika ci parla più approfonditamente delle coccinelle. Ci racconta il loro ruolo nella ‘lotta biologica’ e da qualche consiglio su come attrarre questi simpatici insetti nel nostro orto o giardino.

Coccinelle, amiche delle piante

Camminando nel nostro giardino o nei prati fioriti ci sarà sicuramente capitato di vedere macchioline rosse punteggiate di nero che si arrampicano sui fili d’erba e volano qua e là; a primavera questi insetti portafortuna tingono di rosso la torre del David, mentre si fanno scaldare dai caldi raggi solari: le coccinelle!  Per un approfondimento su questo puoi dare un’occhiata qui.
Queste, oltre ad essere viste come porta fortuna, fanno parte di quegli insetti usati nella ‘lotta biologica’, cioè quella particolare tecniche che utilizza gli antagonisti naturali per combattere i parassiti e mantenere così le loro popolazioni sotto controllo.
Le coccinelle vengono amate soprattutto dagli agricoltori, che le utilizzano per salvare le piante dagli afidi senza dover quindi usare i pesticidi, che minacciano non solo la vita di questi preziosi coleotteri, ma anche quella di tanti altri insetti ‘buoni’.

Come si difendono le coccinelle

Le coccinelle hanno affinato tecniche evolutive molto particolari.
Intanto il loro colore: il rosso ed il nero aiuta a tenere lontani i loro predatori che sembra associno ai colori vivaci il veleno ed altre caratteristiche negative.
In realtà, oltre a questo, molte coccinelle sono anche velenose per i predatori più piccoli.
Vi è mai capitato di prendere in mano una coccinella e di ritrovarvi tra i diti una sostanza gialla, oleosa e dal forte odore repellente? Questo è uno degli espedienti che adottano gli adulti per difendersi: espellere per riflesso emolinfa dalle zampe.

Non vi preoccupate però, non è nociva per noi umani in quantità così piccole!

Come attrarre le coccinelle, qualche consiglio

Avere le coccinelle vicino può essere molto utile!
Ecco qualche consiglio per aiutarle a superare l’inverno ed attirarle in giardino.
Vista la loro abitudine a riunirsi in diversi gruppi nello stesso posto (vegetazione fitta o fra i massi) al sopraggiungere dell’autunno ecco cosa possiamo fare:

  • mantenere siepi o pietraie
  • lasciare cumuli di foglie secche in una zona soleggiata o poco esposta dove loro possono trovare riparo e calore durante il freddo invernale
  • o anche sistemare delle pietre in un luogo riparato, in giardino, in cortile o vicino ad un muro
  • o ancora…anche una pacciamatura in paglia può ospitarle.

Altre idee

Le coccinelle cercano ambienti con una certa biodiversità: gli amanti del giardinaggio possono sbizzarrirsi coltivando piante che le attirino, come ad esempio i cavolfiori, la calendula, il tarassaco ed il timo. Grazie a loro ci sarà così anche un’esplosione di colori e profumi e magari anche l’arrivo di farfalle ed api.

Per i patiti del fai da te, si possono anche costruire delle casette o torri di legno proprio per loro e metterle in balcone o in giardino, sempre in zone riparate ed esposte al sole. Queste “abitazioni” (che si possono trovare anche in commercio) hanno dei fori abbastanza grandi per far entrare le coccinelle ma non così tanto da far passare i predatori, come lucertole e piccoli uccelli.

Questo può essere anche un bel passatempo da condividere con i più piccoli, così possiamo farli divertire insegnando loro l’importanza di questi preziosi amici.

E voi cosa aspettate a creare delle aioline per le coccinelle?

DA SAPERE
RACCONTA
  • Maria Erika Morganti,  guida escursionistica locale

DIVENTA NOSTRO AUTORE
  • Ti piacerebbe scrivere un articolo sul Monte Amiata che racconti la tua espeirenza o parli di qualcosa che ti sta a cuore?
    Scrivi a info@bookingamiata.com
CONTATTI
  • Se vuoi organizzare un soggiorno o avere maggiori info sulle attività del Monte Amiata e dintorni ci trovi ai seguenti contatti:
  • info@bookingamiata.com
  • 0564.959010

Organizza – Vai al sodo