COSA E'

I percorsi più spettacolari della Toscana.

Il Monte Amiata ed i suoi dintorni sono il luogo ideale per chi ama viaggiare in sella alla sua moto; è semplicemente fantastico: un’infinità di paesaggi diversi, dalla montagna al mare, dalla campagna ai laghi, in un susseguirsi di strade intricate estremamente affascinati.

A seguire proponiamo alcuni tour ad anello che partendo dall’Amiata scoprono alcuni dei luoghi più interessanti dell’area percorrendo strade affascinanti e poco trafficate.

L’ideale è un soggiorno di 7 notti in mezza pensione presso lo stesso hotel alle pendici del Monte Amiata. Per soggiorni più brevi potrete scegliere alcuni tra i tour in moto riportati sotto.

I soggiorni prevedono guida in motocicletta (per gruppi superiori alle 15 persone), brochure del tour con mappe o gps con i percorsi e possibilità di noleggiare la moto.

PROPOSTE

Questo tour è il più leggero tra quelli proposti ed è quindi quello che consigliamo di fare il primo giorno, dopo il lungo viaggio di avvicinamento al Monte Amiata dal paese di origine.

Si parte in direzione di Piancastagnaio, attraversando la bellissima faggeta che avvolge la Montagna.
Qui è possibile visitare la Rocca Aldobradesca. Seguirà Santa Fiora, la perla del Monte Amiata e gli altri borghi di Arcidosso e Castel del Piano, fino a Sant’Antimo dove ci attenderà la bellissima Abbazia medievale.

Dopo pochi chilometri il paese di Montalcino ci accoglierà a braccia aperte. Attraverseremo la bellissima Val d’Orcia, lungo l’antica strada Francigena (Cassia). In rapida successione tre gioielli dell’arte rinascimentale italiana: San Quirico d’Orcia, Pienza e Montepulciano. Qui ci intratteremo in un ristorante tradizionale, prima di una visita al borgo storico con degustazione di vino in una cantina scavata nella roccia.

La strada successiva ci condurrà verso la cittadina termale di Chianciano, famosa per le sue acque curative. Costeggiando la Val di Chiana, per poi immergerci in un paesaggio dai sapori antichi, arriveremo prima sul Monte Cetona e poi a Radicofani.
Da qui la veduta sui territori circostanti è strepitosa. Sotto di noi si estende la Val d’Orcia; sullo sfondo, l’Amiata. Da Radicofani ci dirigeremo lungo un’antica e affascinante strada verso Abbadia San Salvatore che costeggia il versante est dell’Amiata con i piccoli borghi di Castiglion d’Orcia con l’antica Rocca a Tentennano, Vivo d’Orcia, con le sue sorgenti d’acqua fresca e le cascate, ed infine Pescina, una delle frazioni più alte dell’Amiata. Ancora pochi chilometri ed arriveremo sulla vetta del Vulcano.

La sera con la cena proporremo una degustazione di vini di Montalcino e Montepulciano. Per i motociclisti più grintosi, nel dopo cena un piccolo tour di 40 km in notturna dei paesi del Monte Amiata, con sosta in alcuni pub di successo.

La giornata sarà dedicata alla scoperta dell’area dei tufi e delle sue antiche origine etrusche.

Partenza dall’hotel in direzione di Castel del Piano. Discendendo la montagna, lungo la strada che conduce verso la zona del Montecucco, raggiungeremo il borgo di Montenero d’Orcia, la capitale del vino Montecucco Doc, dopo aver incontrato i caratteristici paesi di Montelaterone e Montegiovi. Previa prenotazione, è possibile visitare una delle aziende produttrici di vino per scoprire i raffinati processi di vinificazione e le antiche cantine medievali. Dopo pochi chilometri toccheremo Cinigiano, uno dei borghi agricoli dell’Amiata al limite con la Maremma. Torneremo poi verso la montagna, per raggiungere le stupende sorgenti sulfuree di Saturnia. Durante il tragitto ci fermeremo per una pausa al Castello dei Piccolomini di Triana per poi raggiungere la zona termale dove potremo fare un bagno ristoratore. Ripartiremo alla volta della zona Etrusca.

In rapida sequenza visiteremo Pitigliano, dove faremo pranzo, Sovana e Sorano, con le case scavate nel tufo e le incredibili necropoli etrusche. La tappa successiva sarà Castell’Azzara, da cui potremo godere un altro magnifico panorama, tra la Val di Paglia e l’Appennino, che segna l’ultimo orizzonte. Ancora più in là, attraversando quella che era l’antica zona mineraria del Siele e di Selvena, raggiungeremo il borgo di Santa Fiora, la perla dell’Amiata.

Straordinaria la visita alla Pieve delle Sante Flora e Lucilla con le preziose ceramiche Robbiane; l’antico Convento delle suore di clausura e la Peschiera dove si raccolgono le acque sorgive del Fiora in un stupendo parco giardino che fu degli Aldobrandeschi e degli Sforza.

È d’obbligo un aperitivo sulla piazza del comune considerata il salotto dell’Amiata.
Subito dopo, il rientro in albergo, dove ci attenderà una serata con piatti tradizionali del territorio sposati al vino Bianco di Pitigliano e ai Rossi del Morellino di Scansano.

Una giornata di relax tra alcune delle pù rinomate località di mare della Costa Toscana.

Dall’hotel raggiungeremo Castel del Piano per poi proseguire verso gli antichi scavi etruschi di Vetulonia, dove potremo rivivere le tradizioni di un popolo antico che abitò i territori intorno all’Amiata.

Da qui, attraverso bellissimi scorci sul mare Toscano, raggiungeremo la cittadina costiera di Castiglione della Pescaia, con l’affascinante approdo dei pescherecci al ritorno dalla pesca.
Successivamente ci dirigeremo verso il promontorio dell’Argentario per fare tappa a Talamone, l’antico porto della Repubblica di Siena dove pranzeremo in uno dei ristorantini tipici. Proseguiremo in direzione di Porto Santo Stefano, esclusiva località di mare frequentata da molti vip italiani, attraverso la “Panoramica”, la strada che cade a strapiombo sul mare, costeggiando il promontorio dell’Argentario.
Al ritorno attraverseremo la più caratteristica Maremma Toscana, quella dei butteri e del famoso vino Morellino di Scansano.
Ad accompagnarci fino al borgo di Roccalbegna, sarà una strada sinuosa ed estremamente divertente. Giunti all’antico borgo senese del 1400, faremo visita al Sasso che domina il borgo e al Cassero Senese.
A seguire, riprenderemo la strada del rientro in albergo, dove ci attenderà la cena accompagnata dai vini del Morellino di Scansano.

Un tour in Toscana deve senz’altro prevedere anche la visita di alcune famose città medievali.
In questo tour proponiamo San Gimignano. In alternaiva può essere inserita la visita a Siena sulla strada di avvicinamento all’Amiata o per la strada del ritorno.

Il tour di oggi prevede ancora una prima tappa a Castel del Piano; da qui, lungo le meravigliose strade dell’alta Maremma, toccheremo anche Monticiano, passato il quale ci fermeremo per la visita all’Abbazia di San Galgano, con la famosa spada nella roccia.
Il passaggio successivo sarà Colle Val d’Elsa, la città di Arnolfo di Cambio, il grande architetto medievale, dove mangeremo con la stupenda vista sul borgo antico della città.
Dopo pranzo, con pochi chilometri, raggiungeremo San Gimignano, la città delle torri, dove visiteremo l’affascinante centro storico.
A seguire, cominceremo la via del rientro attraverso la zona di produzione di energia geotermica di Larderello, dove i grandi camini fumanti, conosciuti in tutto il mondo, creano un paesaggio surreale. Questo tratto di strada offre ai motociclisti, strade bellissime e soddisfacenti.
Superata questa zona, attraversando percorsi sinuosi in mezzo alla macchia, su cui è opportuno procedere con cautela, ritorneremo sulla strada della mattina che ci condurrà al meritato riposo prima della cena.

Oggi il tour sarà dedicato ad un’altra delle grandi città medievali del centro Italia: Orvieto, in Umbria.

Dall’albergo ci dirigeremo verso Piancastagnaio uno dei borghi più belli dell’Amiata, per poi scendere sull’antica via Francigena (oggi via Cassia). Da qui raggiungeremo Orvieto dove, con le moto, sarà possibile addentrarsi nel borgo storico, fino al meraviglioso Duomo.
Pochi km separano Orvieto da Civita di Bagnoregio, ‘la città che muore’: è un’altra visita di estremo interesse, in un posto che ha del magico.
A seguire, raggiungeremo il lago vulcanico di Bolsena. Ci fermeremo nell’antico borgo della città omonima dove faremo pranzo. Seguirà il giro del lago. Molti i borghi medievali che attraverseremo (panorami emozionanti) fino ad immetterci di nuovo verso la strada del ritorno, dove la via Cassia ci ricondurrà all’Amiata.
Rientro in hotel e cena.

Questa giornata, che solitamente consigliamo alla fine del soggiorno, è interamente dedicata alla scoperta della regione Umbria.

Passando per la famosa stazione termale di Chianciano raggiungeremo il Lago Trasimeno.
Faremo il giro del lago toccando Passignano, dove ci fermeremo per un drink, e Monte del Lago dove potremo apprezzare l’ampia veduta che arriva fino al Monte Amiata.
Partiremo poi alla volta di Assisi percorrendo un tratto di superstrada. Ecco che la città di San Francesco si presenterà davanti a noi maestosa sulla cima del colle e ci attenderà in tutto il suo splendore. D’obbligo la visita alla basilica di San Francesco e Santa Chiara ed una passeggiata per le vie del centro. Qui potremo fare pranzo in uno dei locali caratteristici del borgo storico.
A seguire, inizieremo il viaggio di ritorno: attraverseremo tutta la valle umbra per rientrare in Toscana appena passato il borgo di Città della Pieve. Possibilità di fermarsi per un bagno tonificante alle terme di San Casciano dei Bagni. Questa strada si snoda su un crinale che divide due vallate con sullo sfondo la collina di Radicofani ed il Monte Amiata.

Al rientro in albergo, un momento di riposo prima della cena; i piatti saranno accompagnati da un Sagrantino DOC, caratteristico vino umbro.

PHOTO GALLERY
DETTAGLI DELL'OFFERTA
PERIODO
  • Disponibile Primavera-Estate-Autunno
FORMULA SOGGIORNO
  • Per gruppi da minimo 8 persone
RICHIEDI UN PREVENTIVO PERSONALIZZATO