Come si festeggia la Pasqua ad Abbadia San Salvatore

In questo racconto autentico che ci ricorda com’è vivere la Pasqua qui sul Monte Amiata ed in particolare ad Abbadia San Salvatore, il più popoloso paese della Montagna; ci accompagna nelle case degli amiatini a festeggiare con loro questa Festività ancora fortemente sentita da queste parti.

 La Giudeata del Venerdì Santo

 A Pasqua sul Monte Amiata, l’evento più atteso è la Giudeata: la processione con il trasporto del Cristo Morto del venerdì Santo dalla chiesa di Santa Croce all’Abbazia del San Salvatore, percorrendo le strette vie del borgo medievale di Abbadia San Salvatore.

Una vera e propria processione teatrale all’aperto con la partecipazione di figuranti, della banda cittadina, della corale e soprattutto dei bambini e bambine del paese.

A sfilare, non solo soldati romani a cavallo, ma anche i personaggi della Passione. Tra questi il cireneo scalzo e con il volto coperto che trascina la pesante croce mentre viene percosso, le compagnie con gli incappucciati che portano la statua di Gesù Morto, la statua della Madonna e bambini con in mano i simboli della Passione e i palloncini di carta illuminati.

A chiudere la processione tutti gli abitanti del piccolo borgo e dei comuni limitrofi e gli ospiti che volgiono vivere l’evento non da spettatori ma da veri paesani

Un evento che, tra comparse e spettatori, coinvolge l’intera comunità.

La Pasqua sul Monte Amiata si riconosce anche a tavola.

Si parte la domenica mattina con la colazione di Pasqua per terminare lunedì di Pasquetta con le “merennucce” (pic nic all’aria aperta).

La colazione in famiglia si fa tutti insieme con la tavola apparecchiata e con il cosiddetto servito buono delle grandi occasioni: tovagliato tradizionale ornato con pizzi, merletti e ricami, tovaglioli di stoffa, stoviglie di ceramica pregiata, bicchieri di cristallo e posate mai usate.

Ricette tipiche della Pasqua Amiatina

Passiamo alle prelibatezze. Oltre alle uova benedette non manca mai la Crostata con la Ricotta, la Ricciolina (dolce tradizionale del posto) e il Pane con la ricotta, un pane salato e morbido che accompagna i salumi, tra cui l’immancabile salame toscano ed il capocollo.

Il dolce che fa da padrone è la Ciaccia di Pasqua, un  impasto fatto con farina, uova, uvetta, anice e liquore.

Il nostro augurio

Con questo racconto vogliamo condividere con voi il calore e la fierezza delle nostre più profonde tradizioni sperando di farvi arrivare forte il nostro augurio di Buona Pasqua.

DA SAPERE
RACCONTA
  • Franz de Le Macinaie
DIVENTA NOSTRO AUTORE
  • Ti piacerebbe scrivere un articolo sul Monte Amiata che racconti la tua espeirenza o parli di qualcosa che ti sta a cuore?
    Scrivi a info@bookingamiata.com
CONTATTI
  • info@bookingamiata.com
  • 0564.959010