Resoconto della Stagione Estiva al Parco Faunistico

A seguito di alcuni lavori di manutenzione il Parco Faunistico del Monte Amiata è rimasto chiuso per oltre un anno. I lavori non sono ancora del tutto ultimati ma l’Amministrazione ha cercato di garantire l’accesso ai visitatori già a partire da quest’estate.

Ecco le considerazioni del Direttore Donata Marruchi sui principali eventi che hanno caratterizzato l’estate 2021 al Parco.

Il Parco Faunistico riapre al pubblico        Fortino dei lupi nel parco faunistico del monte amiata

Quest’anno il Parco ha riaperto con ingresso libero.
Ciò ha consentito di proseguire con i lavori di manutenzione ed al contempo di usufruire dei sentieri sostando nelle diverse aree pic-nic.
L’obbiettivo per l’anno prossimo è di riaprire con i sentieri completamente ripristinati, gli animali visitabili all’interno delle proprie recinzioni e di proseguire con i progetti di bioconsevazione. Uno degli obiettivi sarà quello di coinvelgere l’intero territorio montano in modo da creare una filiera turistica dalle strutture recettive alle aziende del posto.

Collaborazioni in Essere

Con la partecipazione della Regione Toscana, sono stati avviati dei progetti di bioconservazione della fauna selvatica ormai a buon punto di realizzazione.
E’ nata inoltre una collaborazione con l’Università di Agraria di Firenze con cui stiamo partecipando a due progetti. Uno di questi è Formaggi di Razza che vede il Parco coinvolto con gli asini amiatini, una specie in estinzione autoctona del Monte Amiata.

Gli eventi dell’Estate

l mese di giugno c’è stato un evento molto particolare: una coppia di albanelle minori, di cui il maschio con un morfismo parzialmente melanico, quindi rarissimo, ha scelto di nidificare all’interno del Parco, portando a termine la nidiata con tre bellissimi soggetti. I cuccioli sono due maschi e una femmina ai quali sono stati dati i nomi di Labro, Vulcano e Amiata.

Questa estate inoltre si sono svolte diverse iniziative che hanno avuto notevole successo di pubblico. Grazie anche alla collaborazione di guide ambientali locali sono state effettuate uscite in notturna con arrivo all’alba sul Monte Labro.

Progetti Futuri

Nel mese di settembre il Parco renderà protagonisti i bambini facendo scoprire i segreti della natura attraverso il gioco, seguendo il sentiero dell’Allocco e visitando la bellissima aula didattica del Parco.