Vasche naturali di acqua termale tra i boschi della montagna.

Dell’antico vulcano ormai spento, il Monte Amiata, restano ancora oggi molte testimonianze tra cui le numerose sorgenti termali sparse tra le pendici della montagna e le valli circostanti.

Bagni San Filippo è la più alta località termale dell’Amiata, alle pendici della montagna.

La particolarità del sito è proprio la sua collocazione tra i boschi ad un’altitudine tale da essere fruibile in tutte le stagioni. Grazie al clima fresco e l’aria genuina che si uniscono alle proprietà dell’acqua solfurea, un bagno nelle vasche di Bagni San Filippo rappresenta un autentico momento di benessere e salute.

L’accesso alla vasche naturali è libero. Si raggiungono attraverso il sentiero nel bosco che costeggia il Fosso Bianco. Durante la passeggiata, si incontrano diverse vasche naturali o ‘pozze’ più o meno ampie e più o meno caratteristiche. Tra le più note è la Balena Bianca così chiamata perché inserita all’interno di formazioni calcaree che ricordano la bocca di una balena. Qui scorrono le acque più calde del fosso che sgorgando dalla sorgente poco distante garantiscono una temperatura abbastanza elevata da permettere di fare il bagno anche quando è più freddo.

Tra i contrasti del bianco con i colori del bosco, il fruscio dell’acqua che scorre, il fresco dell’ombra ed il caldo benefico delle acque termali, la balena bianca è il luogo ideale dove rilassarsi e ritrovare il ritmo genuino della natura.

La località termale gode anche di uno stabilimento con piscina attrezzata a pagamento.

Da sapere

Adatto alle famiglie