COSA E'

Tre giorni di trekking sul Monte Amiata, immersi nella natura per rigenerarsi e scoprire un territorio sorprendente.

Una proposta per coloro che amano il trekking ed hanno pochi giorni per poter scoprire tutte le risorse che il Monte Amiata, il polmone verde della Toscana, ha da offrire in questo settore. Nella proposta abbiamo incluso alcuni sentieri impegnativi che percorrono la montagna dalla fascia dei castagni fino alla Vetta, attraverso la faggeta più ampia d’Europa.

PROGRAMMA COMPLETO
  • Giorno 1

    La Vetta Amiata

    Arrivo nel primo pomeriggio in uno dei nostri hotel sul Monte Amiata e cocktail di benvenuto. Dopo un momento di relax partiremo per la prima escursione verso la Vetta della montagna. Il percorso che si snoda lungo una bellissima faggeta, si presenta un po’ più difficoltoso nell’ultimo tratto. Saremo comunque ricompensati dallo splendido panorama che si gode dalla cima. In Vetta troveremo la Croce in ferro battuto, alta  22 metri, costruita nel  1910, molto amata dalla popolazione locale e la statua della Madonna degli Scouts (dona agli scouts protezione e pace) e di San Gualberto. Nelle giornate chiare è possibile vedere il lago di Bolsena, il lago Trasimeno, le isole dell’arcipelago toscano, le valli della Maremma e le colline del Chianti. Si possono anche vedere le colline Metallifere, quelle dell’Umbria e della Sabina (Lazio), e ovviamente Siena.
    Una sosta in una delle tante baite per un caffè e poi riprenderemo la via del ritorno.

    A seguire cena a base di prodotti locali. Lo chef presenterà piatti tradizionali del Monte Amiata sposati a vini del nostro territorio.

  • Giorno 2

    Trekking nei boschi del vulcano

    La giornata sarà dedicata ad un’escursione nel cuore della montagna: all’ombra degli alberi, partiremo dai boschi di castagni per arrivare fino alla secolare faggeta a 1530 mt di altezza lungo un itinerario noto come ‘Percorso del Capomacchia’. Un percorso impegnativo che saprà certamente ricompensarci in ogni stagione: le orchidee spontanee in primavera, funghi in estate, i colori variopinti delle foglie in autunno, i paesaggi resi incantati dalla neve in inverno. Durante il percorso troveremo alcuni punti d’interesse come la capanna del Capomacchia, l’acquapassante (sorgente di acqua sulfurea), la chiesetta dell’Ermeta. Sosteremo per un pic nic nel bosco prima di riprendere la via del ritorno.

    Nel pomeriggio, rientro in albergo e relax prima della cena. Possibilità di accesso ad uno dei nostri centri benessere.

  • Giorno 3

    A zonzo per l’Amiata

    Questo interessante percorso si presenta come una piacevole camminata che dalla faggeta più grande d’Europa a 1400 mt di altezza ci condurrà fino a Santa Fiora, borgo di origine medioevale che si presenta come uno dei paesi più caratteristici del Monte Amiata. Sarà l’occasione per godere della tranquillità della montagna e scoprire al contempo le ricchezze culturali che questa ha da offrire.

    Cominceremo con una passeggiata all’ombra dei faggi. A seconda della stagione i colori ed i suoni che ci accompagneranno saranno diversi: in primavera è ricca la presenza di orchidee spontanee, mentre dalla fine dell’estate non è difficile trovare funghi e castagne; in autunno i mille colori che avvolgono la montagna sapranno affascinarci. Non mancheranno durante la strada punti di interesse storico come le antiche “carbonaie” dove fino al secolo scorso si produceva il carbone o la Fonte delle Monache, una delle più alte sorgenti naturali dell’Amiata. Scendendo verso i castagni il paesaggio si farà più ricco con grandi rocce vulcaniche e viste panoramiche sulle valli circostanti.
    Arriveremo a Santa Fiora per l’ora di pranzo e mangeremo in un piccolo ristorante tipico.

    Dopo pranzo, partenza per i luoghi di origine.

  • Altre Opzioni…

    In alternativa ai trekking sopra proposti, possono ssere effettuate tante altre escursioni diverse. Ve ne elenchiamo alcune:

    • Trekking sul Monte Labbro – Escursione a partire dal Parco Faunistico del Monte Amiata durante la quale avremo la possibilità di avvistare specie animali e piante locali; raggiungeremo la cima del Monte Labbro dove, dalla croce di Lazzaretti potremo godere di ampi ed esclusivi panorami sul Monte Amiata.
    • Trekking da Castel del Piano a Seggiano – un bellismo percorso attraverso la campagna amiatina, tra vigne, campi di ulivi, paesaggi incantevoli e viste sui borghi della montagna.
    • Trekking Bagni San Filippo – Percorso alla scopera di ciò che resta dell’antico vulcano dell’Amiata: dai fenomeni endogeni di emisisione di CO2 alle vasche naturali di acqua termale.
    • Trekking sulla Via Francigena – percorreremo un tratto di questa antica arteria; un susseguirsi di scorci e panorami incredibili aperti sulla valle un tempo attraversata da re, papi, mercanti e viaggiatori in pellegrinaggio verso Roma.
PHOTO GALLERY
DETTAGLI DELL'OFFERTA
PERIODO
  • Disponibile tutto l’anno
FORMULA SOGGIORNO
  • Per gruppi ed individuali
RICHIEDI UN PREVENTIVO PERSONALIZZATO